DIFESE IMMUNITARIE:
COSA SONO

Il nostro sistema immunitario costituisce l’apparato difensivo del nostro organismo, che ci permette di combattere le aggressioni esterne di batteri, funghi e virus, chiamati anche antigeni. 

La caratteristica fondamentale del sistema immunitario è la sua capacità di distinguere tra ciò che non costituisce un pericolo e deve essere preservato, e ciò che, invece, è nocivo per l’organismo e deve essere eliminato.

Possiamo distinguere due tipologie di  immunità:

  1. • l’immunità aspecifica o innata. Consiste nella nostra prima linea di difesa contro le aggressioni esterne, molto rapida nella risposta, ma con un’efficacia limitata;
  2. • l’immunità specifica o acquisita. Consente una risposta contro gli antigeni potente e mirata, ma più lenta. L’immunità specifica infatti, come suggerisce il nome stesso, deve entrare in contatto con l’agente infettivo per poter produrre anticorpi specializzati relativi a uno specifico agente patogeno.  Ciò significa che si attiva e si “specializza” quando il nostro organismo viene attaccato.

Quando il sistema immunitario si indebolisce o viene colpito da un agente aggressivo abbiamo un’alta probabilità di ammalarci. Il nostro corpo, infatti, è continuamente sottoposto all’attacco di microorganismi patogeni, più o meno nocivi. Le difese immunitarie spesso riescono a bloccare sul nascere l’attecchimento di un microrganismo patogeno, in altri casi il microrganismo entra nel nostro organismo, ma il sistema immunitario riesce a contrastarlo, evitando che si manifesti una sintomatologia evidente. Purtroppo, a volte i microrganismi riescono a prevalere sulle difese immunitarie, determinando l’insorgere di una malattia.

Quali armi utilizza il nostro sistema immunitario per difenderci?Ha a sua disposizione un vero arsenale: organi linfatici, cellule, mediatori chimici e barriere fisiche come pelle, capelli, ciglia e mucose. Ci avvaliamo di 2 tipi di organi linfatici: quelli primari, come i globuli bianchi, e quelli secondari, che intrappolano i materiali dannosi che verranno poi eliminati dai globuli rossi.

Perchè a volte abbiamo le difese immunitarie basse?

Le difese immunitarie basse possono dipendere da cause patologiche, dovute a un’alterazione del sistema immunitario che porta all’indebolimento o, nei casi più gravi, alla distruzione dei globuli bianchi, o da cause esterne dovute al nostro stile di vita come stress, carenza di vitamine, uso di antibiotici, freddo e cambio di stagione, vita sedentaria.

Avere le difese immunitarie basse non solo aumenta sensibilmente la possibilità di ammalarsi più frequentemente, ma comporta anche degli stati fisici che condizionano negativamente la nostra vita, quali un perpetuo senso di debolezza e stanchezza, dolori muscolari, mal di testa, caduta dei capelli, anemia, pelle secca e disidratata.

I RIMEDI PER LE DIFESE IMMUNITARIE BASSE

Il passo fondamentale e imprescindibile per combattere le difese immunitarie basse è l’adozione di uno stile di vita sano, con una particolare attenzione al regime alimentare.

1. CORRETTA ALIMENTAZIONE

Un’alimentazione corretta passa attraverso il consumo di almeno 5 porzioni al giorno di frutta e verdura e la predilezione per i cereali integrali rispetto a quelli raffinati; inoltre è importante l’assunzione di yogurt a cui è possibile associare l’assunzione di probiotici ( fermenti lattici), limitare l’utilizzo dei grassi e non eccedere con le proteine. Una buona abitudine è quella di inserire nella propria alimentazione, ma con moderazione, la frutta secca, come mandorle, noci, nocciole e pistacchi(non salati!) perchè ricca di vitamina E.

VITAMINA A: rafforza pelle e capelli, favorisce lo sviluppo corretto delle ossa e il funzionamento della retina. La troviamo in misura importante in carote, spinaci, cavolo, zucca, cicoria, pomodoro e avocado.

IMMANCABILE VITAMINA C: fondamentale nella stagione invernale per la prevenzione e cura di raffreddore, influenza e affezioni respiratorie, dato che stimola le difese immunitarie.  Ma i suoi benefici non finiscono qui: grazie alla sua potente azione antiossidante, la vitamina C ci protegge dall’aggressione dei radicali liberi, e coadiuva la pelle nella sua funzione di prima barriera contro gli agenti patogeni. Inoltre aiuta l’organismo nel processo di assorbimento del ferro, minerale fondamentale che costituisce emoglobina e mioglobina, le proteine che trasportano l’ossigeno nel corpo. Presente in molti alimenti, ma in particolare nella frutta e verdura fresca e di stagione, quali agrumi, frutti di bosco, ananas, kiwi e papaya, peperoncino, peperoni, patate, pomodori e verdura a foglia verde.

VITAMINA D: alla base di importanti funzioni biologiche è fondamentale per l’apparato scheletrico, poiché mantiene le ossa forti e sane e stimola l’assorbimento di calcio e fosforo. La Vitamina D, inoltre, è essenziale per stimolare la produzione di endorfine, serotonina e dopamina, i neurotrasmettitori che modulano il tono dell’umore, contrastando i fenomeni depressivi.

La Vitamina D si trova nel pesce azzurro, nel pesce spada,  nei molluschi, nelle frattaglie, in particolare nel fegato, nelle uova, nei latticini. Nei vegetali si trova la vitamina D2 in frutta secca, funghi, fagioli e nelle verdure a foglia verde.

5. ZINCO: fondamentale per il buon funzionamento di insulina, ormoni sessuali e ormoni della crescita e nel controllo del metabolismo. Lo Zinco ha anche un’azione antiossidante e un effetto antivirale, inoltre è importante per mantenere una memoria forte  ed è un efficace alleato contro la depressione.

Lo zinco si trova soprattutto nel pesce, nelle ostriche, nella carne rossa, nei legumi, nella frutta secca, nel cioccolato fondente, nei tuorli d’uovo, nei funghi, nei semi di zucca, nei cereali integrali, nei semi di girasole e nel lievito di birra.

6. FERRO: nutriente essenziale per il benessere del nostro organismo poiché favorisce la produzione di emoglobina e di globuli rossi, assicurando una corretta ossigenazione delle cellule del corpo, garantendo così la vitalità e la crescita armoniosa dell’intero organismo.

Inoltre stimola le funzioni del fegato, della milza, dell’intestino e del midollo osseo. Negli alimenti, il ferro si presenta in due forme: ferro eme, più facilmente assimilabile, presente nelle carni, soprattutto in fegato, manzo, prosciutto, bresaola, pesci, molluschi e crostacei; ferro non-eme, di origine vegetale, presente soprattutto in cavoletti di Bruxelles, spinaci, cacao, mandorle e fichi secchi.

7. SELENIO: antiossidante, sostiene la funzionalità del sistema immunitario poiché favorisce la produzione di anticorpi. Lo troviamo principalmente negli alimenti di origine animale, in pesci, molluschi, crostacei e frattaglie, ma si trova, in concentrazioni variabili, anche in diversi cereali, legumi, semi oleosi, frutti ed ortaggi.

8. IL SONNO: anche se ad alcuni può sembrare tempo perso è fondamentale dormire almeno 7-8 ore a notte. Il sonno aiuta l’organismo a rigenerarsi e a svolgere al meglio tutte le sue funzioni. I disturbi del sonno possono avere forti ripercussioni sull’efficienza del nostro sistema immunitario.

9. NO ALLA SEDENTARIETÀ: l’attività fisica regolare, praticata in maniera equilibrata, aiuta a potenziare il sistema immunitario; infatti aiuta a migliorare la tolleranza al glucosio e riduce il rischio di ammalarsi di diabete di tipo 2, previene l’ipercolesterolemia e l’ipertensione e riduce i livelli della pressione arteriosa e del colesterolo. Diminuisce inoltre il rischio di sviluppo di malattie cardiache, previene e riduce l’osteoporosi e il rischio di fratture, ma anche i disturbi muscolo-scheletrici, come il mal di schiena). Aiuta, inoltre, a ridurre ansia, stress e depressione, favorisce il benessere psicologico e produce dispendio energetico contrastando il rischio di obesità. Molti studi hanno dimostrato che lo sport migliora la funzione dei neutrofili, una componente cellulare dei globuli bianchi.

10. ABBASSO LO STRESS: lo stress psicofisico indebolisce il sistema immunitario, sottoposto a un maggior carico di lavoro. Esso, infatti, provoca un indebolimento dei globuli bianchi e abbassa la loro capacità di attivarsi contro le infiammazioni. Fare attività fisica, dedicarsi ai propri hobby, ascoltare musica possono rivelarsi un ottimo toccasana!

PRODOTTI consigliati

Gli integratori alimentari possono essere un aiuto nell’aumentare le difese immunitarie, ma non sono assolutamente un sostituto di una dieta varia e bilanciata e di uno stile di vita sano.
Prima dell’assunzione rivolgersi sempre al proprio medico o al farmacista di fiducia, soprattutto in caso di gravidanza, in presenza di patologie o di assunzione di farmaci.

BRONCHENOLO

IMMUNO TRIPLA AZIONE

BE-TOTAL

IMMUNO PROTECTION

BIORITMON

IMMUNO DEFEND